TERAPIA BREVE

"E' un intervento terapeutico solitamente breve orientato all'eliminazione dei sintomi e alla risoluzione del problema presentato dal paziente; il suo approccio non si esprime in una terapia comportamentista, né in una terapia sintomatica, ma nella ristrutturazione modificata dei modi di percezione della realtà e delle conseguenti reazioni del paziente. La concezione di base è che la risoluzione del disturbo richieda la rottura di quel sistema circolare di retroazione tra soggetto e realtà che alimenta la problematicità della situazione, e una sua ridefinizione con la conseguente modifica delle percezioni e delle concezioni del mondo che inducono le risposte disfunzionali.
Da questa prospettiva il ricorso a notizie o informazioni sul passato o sulla cosiddetta "storia clinica" del soggetto rappresenta solo un mezzo per mettere a punto le migliori strategie di risoluzione dei problemi in corso, e non una procedura terapeutica come nelle tradizionali forme di psicoterapia".


 

Da: Terapia breve strategica. A cura di Paul Watzlawick e Giorgio Nardone  (1997) Raffaello Cortina Editore