i DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE

Anoressia, bulimia e obesità sono gravi patologie che si servono del corpo per esprimere una sofferenza profonda. L'anoressia, la bulimia e l’obesità sono disagi psicologici gravi e non, come sembra, malattie dell'appetito.

Il corpo si riempie e si svuota, dimagrisce fino all'osso, ingrassa fino a scoppiare: è il segno visibile di gravi disagi psicologici che rappresentano la vera sofferenza, e come tali, devono essere compresi e trattati.

Anoressia, bulimia ed obesità psicogena sono gravi patologie che minano il fisico e rappresentano tre modi differenti di esprimere un profondo disagio personale. Le cause di queste patologie non sono del tutto note. Perdite affettive, abbandoni, eventi traumatici sono quasi sempre associati a questi disturbi, responsabili di fortissime sofferenze sia per l'individuo che ne è colpito che per i suoi familiari.

Per molto tempo, la letteratura scientifico ho definito "femminili" queste patologie, perché ad esserne affette erano soprattutto le donne. Oggi invece, ci si è resi conto che od esserne colpiti sono anche gli uomini, a partire dall'infanzia fino all'età adulta.

Queste patologie possono essere rappresentate come un iceberg. La punta che emerge, è costituita nell'anoressia, dal rifiuto del cibo, dal conteggio ossessivo delle calorie e dall'iperattività.

Nella bulimia da ripetute abbuffate seguite da vomito auto-indotto.

Nell'obesità da un'assunzione smodata e continua di cibo che porta ad un importante aumento ponderale. La parte sommersa, che non si vede, ma senza la quale la punta non esisterebbe, è il luogo dove si situano le problematiche soggettive, i vissuti, le emozioni, il dolore, le esperienze che hanno segnato la vita.

 

In Italia circa 3 milioni di persone, pari al 5% della popolazione, si trovano a fare i conti con i disturbi del comportamento alimentare, e l'8-10% delle ragazze e lo 0,5-1% dei ragazzi soffrono di anoressia e bulimia. Oltre il 3% della popolazione, percentuale in costante aumento, presenta una problematica di anoressia-bulimia conclamata. Il 95% sono donne, anche se sono sempre più numerosi gli uomini che manifestano questi sintomi e si rivolgono a strutture di cura specializzate. Queste patologie si manifestano prevalentemente tra i 12 e i 25 anni. Negli ultimi tempi emerge un preoccupante allargamento delle fasce di età che riguarda in particolare le bambine prepuberi e le donne in età di menopausa.

 

 

Da: opuscolo del Ministero della salute e Ministero per le Pari Opportunità: “anoressia, bulimia e obesità psicogena. Tre modi per esprimere un disagio affettivo”.

APPROFONDIMENTI DCA

condotte compensatorie

conseguenze del vomito autoindotto

complicanze DCA

food addiction

la dipendenza da cibo esiste?

formulazione transdiagnostica nei DCA

Anoressia: Il "peso" sociale della magrezza

recapiti per appuntamento

scrivi emai alla Psicologa d.ssa Rossella Pavani

contatto Skype: dr.pavani

informazioni sulla Psicologa d.ssa Rossella Pavani

© 2015 by ErreQuadro GraphicDesign.   © Ogni diritto riservato. È espressamente vietata ogni riproduzione.

È vietato inglobare questo sito all’interno di altri siti, con tecnologie (frames, iframes, embedding) che mimetizzano o nascondono l’origine e l’indirizzo reale dei contenuti di questo sito.

il sito viene aggiornato senza alcuna periodicità oppure frequenza prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale oppure una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001